ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

Oggi per la festa di S. Giuseppe ed è anche la festa del papà non può mancare un dolce tipico della Campania, perfetto per questa occasione sono le zeppole di San Giuseppe. Deliziose, morbide e leggere ed esistono due varianti: fritte e al forno , la versione che vi proponiamo e quella al forno.


INGREDIENTI PER 10 ZEPPOLE:

  • 250 ml di acqua fredda
  • 90 g di burro
  • 4 uova
  • 150 g di farina
  • 1 pizzico di sale

per farcire le zeppole usiamo la crema pasticciera per la ricetta scritta in precedenza con l’aggiunta di panna montata .

PER DECORARE:

  • amarene sciroppate
  • zucchero a velo

PREPARAZIONE

  1. In una pentola mettete l’acqua e il burro e un pizzico di sale, portare su fiamma media. Setacciate la farina e quando il burro si sarà sciolto, togliere dalla fiamma e versate la farina dentro di un sol colpo. Quando la farina sarà ben amalgamata, mettere nuovamente sulla fiamma e con la frusta mescolate per 10 minuti fino a raggiungere un composto compatto che si stacchi facilmente dal bordo della pentola.
  2. Lasciate raffreddare l’impasto senza coprirlo, ma giratelo di tanto in tanto altrimenti può seccare oppure mettere l’impasto per 10 minuti in freezer. Quando il composto sarà freddo, iniziate ad incorporare le uova, mescolando con lo sbattitore elettrico, inserendole uno per volta, non inserite altri se il precedente non è completamente assorbito.
  3. Imburrate la teglia del forno e ponete  sopra la carta da forno. A questo punto iniziate a riempire la sac a poche che dovrà avere una punta a stella larga, iniziate a formare le zeppole facendo 2 giri di pasta choux. Infornate a 160 gradi forno ventilato per 30-40 minuti (il tempo dipende dal tipo di forno, controllate sempre la cottura).
  4. Trascorso il tempo di cottura, spegnete il forno e lasciate le zeppole a raffreddare dentro con lo sportello semiaperto. Una volta fredde, potete iniziare a farcire con crema pasticcera, farcite da sopra, facendo un buchetto , fate un ricciolo di crema anche sopra e guarnite con l’amarena e spolverizzatele di zucchero a velo infine riponetele in frigo per un ora prima di servire.

Piatti della Germania che ho provato fino ad ora

Oggi abbiamo deciso di farvi vedere e conoscere alcuni dei cibi più consumati in Germania attraverso questo articolo che ha pubblicato un nostro stimatissimo amico che si trova lì in Erasmus, vi invitiamo a visitare il suo sito dove vi racconta le sue esperienze e la cultura di varie città della Germania. Grazie mille.

Erasmus-Paderborn

Dopo due mesi che sono in Germania, ho deciso di fare una lista di ciò che mangio volentieri, sia per farvi conoscere di più questa cultura, sia per tranquillizzare chi mi chiede costantemente se mi piace il cibo tedesco/ se sto mangiando.

1) Uno dei classici: patatine con Bratwurst/ Currywurst. So che non è uno dei cibi più salutari, ma una volta a settimana è fattibile!

2) Biscotti al marzapane: molto buoni e in tantissime forme. Siccome ora si trovano tanti prodotti per Natale, questi che ho comprato sono a forma di stella.

3) Prodotti dei tanti panifici (di cui ho parlato anche in precedenza). In particolare, rustico al formaggio, pane ai cereali e, un altro classico, un bretzel. Posto anche la foto della vetrina di un negozio dove compro di solito questi prodotti e una in cui potete vedere tanti tipi di pane venduti al…

View original post 249 altre parole

TORTA DIVINA AL LIMONE

La torta divina al limone è un dolce buonissimo, facile e veloce da preparare. Questo dolce non ha bisogno di cottura e vi stupirà per la sua freschezza e il suo sapore delicato.

INGREDIENTI

  • 500 ml di Panna per dolci da montare
  • 250 g di Mascarpone (o ricotta)
  • 2 Dischi di Pan di Spagna (già pronto o fatto in casa)
  • Succo e scorza grattugiata di 1 Limone
  • 1 Cucchiaio di limoncello

PROCEDIMENTO

  1. Come prima cosa montate la panna fresca di frigo, utilizzando le fruste elettriche. In un altra scodella mettete il mascarpone, il succo e la scorza grattugiata del limone, il limoncello e lavorate il tutto con le fruste. Unite delicatamente i due composti mescolando con movimenti dall’alto verso il basso facendo attenzione a non smontare la panna.
  2. Rivestite l’interno di una tortiera con della pellicola trasparente. Prendete due dischi di pan di Spagna (già pronto o fatto precedentemente e tagliato in due) e ritagliateli dello stesso diametro della tortiera .
  3. Posizionate un disco all’interno della tortiera, mettete poi tutta la crema al limone e coprite con il secondo disco di Pan di Spagna.
  4. Coprite con della pellicola e ponete la torta in frigo a riposare per almeno 4 ore prima di consumarla. Trascorso il tempo, sformate il dolce su di un piatto da portata ed e pronto da gustare.

Accorgimenti e varianti

La torta divina al limone si conserva in frigo dove si mantiene per 3 giorni, se preferite potete anche congelarla e gustarla come se fosse un semifreddo ottimo in estate.

CHIACCHIERE

Oggi è Carnevale vi proponiamo un classico dolce per questa 
festività la nostra versione delle Chiacchiere .
Esse devono essere sottili, croccanti e friabili.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 250 g farina Manitoba
  • 25 g di burro
  • 20 g di zucchero
  • 16 g di rum
  • 2 uova
  • scorza di 1 limone grattugiata

PER FRIGGERE:

  • 1 l di olio di semi o di arachidi

DECORARE:

  • zucchero a velo

PROCEDIMENTO

  1. Versare tutti gli ingredienti nella planetaria e mescolare velocemente fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo. Avvolgere l’impasto ottenuto nella pellicola alimentare e fare riposare in frigo per un’ora.
  2. Passato il tempo di riposo dividere l’impasto in 4 parti e stenderli sottili con la macchina per stendere la pasta cominciare dalla tacca più larga e restringendo gradualmente, fino ad ottenere rettangoli di 2 mm al massimo di spessore.
  3. Con la rotella dentellata tagliare la pasta in rettangoli, poi praticare 1-2 tagli internamente paralleli al lato più lungo, sempre usando la rotella.
  4. Scaldare l’olio e portalo a 180° C: friggere le chiacchiere, poche alla volta, non troppe altrimenti la temperatura dell’olio diminuirà, cuocere per pochi secondi un lato poi girare e cuocere l’altro lato per pochi secondi; scolarle su carta assorbente, infine spolverizzale di zucchero a velo e servire.

ACCORGIMENTI:

Al posto del rum si può utilizzare la stessa quantità di marsala, grappa, anice o limoncello, la parte alcolica all’impasto conferisce aroma e colore ma anche serve per far lievitare velocemente la pasta durante la cottura. Non coprire mai le chiacchiere appena fritte.

TORTA DELLA NONNA

La torta della nonna è un dolce classico della tradizione toscana, nasce dalla creatività di un chef che voleva, con pochi ingredienti, stupire i suoi ospiti. Essa realizzata principalmente con due basi semplici di pasta frolla e crema pasticciera aromatizzata al limone ultimata con una decorazione di pinoli e zucchero a velo. Esistono almeno tre versioni di questa torta che si differenziano nella presentazione e nell’assemblaggio ma non nel gusto che resta sempre invariato. La prima versione che vi proponiamo, che è anche la più classica, è quella che potete vedere anche in foto, formata da due strati di frolla, che al suo interno contiene la crema pasticciera . Un’altra versione è quella che prevede una base di frolla, crema pasticciera al suo interno e subito su di essa pinoli, senza il secondo strato di frolla in superficie. La terza versione, ricorda la classica crostata! Una base di frolla che raccoglie al suo interno il ripieno di crema pasticcera, pinoli in superficie e decorata con le classiche strisce in frolla intrecciate come nelle crostate.
Non so come deciderete di realizzare e presentare la vostra torta, ma vi posso garantire che in ogni caso… sarà buonissima e deliziosa!

  • INGREDIENTI PER LA FROLLA: 250g di farina 125 g di burro 120 g di zucchero 1 uovo buccia grattugiata di 1 limone 8 g di lievito per dolci sale
  • INGREDIENTI PER LA CREMA: 500 ml di latte 50 g di zucchero 50 g di maizena 3 tuorli succo di mezzo limone buccia di 1 limone
  • PER DECORARE: pinoli zucchero a velo

PROCEDIMENTO

Preparare la base della torta mescolando lo zucchero con l’uovo, poi unire il burro ammorbidito, la buccia di un limone grattugiata la farina, un pizzico di sale e il lievito setacciato e impastare fino a ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Coprirlo con la pellicola alimentare e lasciarlo riposare in frigorifero per almeno un ora finche non diventa ben solido e facile da stendere. Intanto fare la crema: scaldare il latte con la buccia del limone e in una ciotola mescolare lo zucchero con i tuorli fino ad ottenere una crema spumosa, e poi aggiungere il succo del limone e la maizena. Quindi aggiungere all’impasto, il latte, privato della buccia del limone, e rimettere sul fuoco fino a che la crema non si raddensa. Appena la crema sarà pronta, togliere dal fuoco metterla in una ciotola coperta con pellicole alimentare facendo aderire bene con la crema far raffreddare in frigorifero. Stendere con il matterello (ponendolo tra 2 fogli di carta da forno) 3/4 dell’impasto, metterlo in una tortiera rotonda foderata di carta da forno oppure imburrata ed infarinata bucherellare l’impasto con una forchetta e prendere la crema dal frigo e versarla nello stampo foderato con la pasta frolla. Stendere la pasta frolla rimasta in una sfoglia molto sottile e bucarla e usarla per ricoprire la torta. Sigillare bene e completare con qualche pinolo, infornare a 180° per 20-25 minuti. Prima di servire, riporre in frigo e guarnire con lo zucchero a velo.

LA PASTA FRESCA

Tempo di preparazione 30 minuti+ riposo

Ingredienti per: 4 persone

  • 300 g di Farina 
  • 3 Uova 
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’ oliva 
  • Sale q.b 
  1. Setacciate la farina e disponetela a fontana su una spianatoia.
  2. Formate un incavo al centro e versatevi le uova leggermente sbattute. Aggiungete un pizzico di sale e l’olio extravergine d’oliva.
  3. Con la punta delle dita mischiate gli ingredienti incorporando a poco a poco la farina. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio.
  4. Formate una palla. Mettetela in una scodella e copritela con un canovaccio e lasciatela riposare per almeno un’ ora.
  5. A questo punto l’impasto è pronto. Potete passarla attraverso la macchina per fare la pasta e ottenere delle fantastiche tagliatelle oppure potete preparare le orecchiette con le vostre mani.

GRATIN DI PASTA AL FORNO

Un classico della tradizione italiana, dalla preparazione semplice, che si presta a innumerevoli varianti. La sua preparazione vi porterà via poco tempo e voi potrete offrire un primo piatto buono e un po diverso dal solito.

INGREDIENTI dosi per 5 persone

  • 500 g di Rigatoni
  • 200 g di mozzarella
  • 100 g di prosciutto cotto a dadini
  • 2 Uova
  • 1 Barattolo di pomodorini
  • 40 g di Parmigiano reggiano
  • 30 g di Pan grattato
  • Prezzemolo q.b
  • Olio d’oliva q.b
  • Sale q.b

PREPARAZIONE

Fate cuocere i rigatoni in una pentola con abbondante acqua salata, dopodiché scolateli al dente e trasferiteli in una teglia o pirofila oliata. Aggiungere alla pasta la mozzarella e il prosciutto cotto tagliati a dadini, i pomodorini e le uova precedentemente sbattute salate e mescolate bene il tutto. Infine cospargete sulla pasta il parmigiano, il pangrattato e il prezzemolo tritato. Versate un filo d’olio e infornate nel forno preriscaldato a 180° C per circa 25/30 minuti.

Quando si formerà l’invitante crosticina dorata sulla superficie della pasta, sfornatela e servitela subito in tavola.

TRONCHETTO DI NATALE

 Anche se in ritardo rispetto alle festività consigliamo comunque di provare questa deliziosa ricetta che vi stupirà. Il tronchetto di Natale è un dolce tipico natalizio che arriva dalla Francia, il suo nome originale è infatti Buche de Noel. La sua particolare forma, che riproduce appunto un piccolo tronco, è una delle più antiche tradizioni natalizie diffusa in tutta Europa e cioè “Il ceppo di Natale”: si tratta del ceppo di un tronco di legno che per tradizione il capofamiglia mette nel camino la sera della Vigilia di Natale e che brucerà per tutto il periodo delle feste, come simbolo di buon augurio. E se ormai ben pochi di noi hanno un camino in cui mettere il ceppo di Natale, chiunque può preparare il dolce che si ispira a questa tradizione, cioè il tronchetto di Natale.

INGREDIENTI :

  • 4 uova
  • 4 cucchiai di acqua bollente
  • 100 g di zucchero
  • 80 g di farina
  • 80 g di fecola di patate
  • 100 ml di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci

INGREDIENTI DELLA CREMA AL CAFFE’:

  • 20 g di caffè solubile
  • 100 g di zucchero a velo
  • 500 ml di panna fresca

Procedimento:

  1. Separare i tuorli dall’albume. Sbattere i tuorli con l’acqua bollente e lo zucchero poi aggiungere la farina con la fecola di patate setacciati precedentemente e mescolare il tutto;  mettere il latte in un bicchiere aggiungere la bustina di lievito e mescolare con un cucchiaino (si formerà un pò di schiuma), aggiungerlo all’impasto fatto in precedenza, mescolando finché non si sarà amalgamato all’impasto;
  2. Infine montare gli albumi a neve e aggiungerli all’impasto mescolando delicatamente dall’alto verso il basso. Versare, in una teglia rettangolare ricoperta da fogli di carta da forno,  l’impasto e lisciarlo.
  3. Infornare nel forno preriscaldato a 180° C per 10/12 minuti . Quando la cottura sarà ottimata bagnate un strofinaccio/torcione capovolgete la base del tronchetto sopra e arrotolatelo piano piano e lasciar riposare 2 minuti. A scelta si può anche bagnare come si vuole o non, in questo caso è stato bagnato con del caffè espresso senza zucchero. 

Procedimento della crema:

  1. Versare in una scodella lo zucchero e  il caffè solubile e mescolare con uno sbattitore elettrico o planetaria per un pò. Dopo aggiungere la panna e sbattere il tutto finché si monti bene.
  2. Srotolare e farcire la base cotta in precedenza e poi avvolgere il tutto di nuovo, per decorare si può utilizzare la crema al caffè avanzata  e spalmarla su tutto il tronchetto e con una forchetta realizzare l’effetto tronco. Infine spolverizzare con il cacao e realizzare le decorazioni con la pasta di zucchero.

CONSIGLI

Per la base della torta si può anche utilizzare il pandoro tagliandolo a stella adagiarlo sulla pellicola cercando di formare un rettangolo poi passatelo con il matterello per appiattire un pò mettere la crema e metterlo in frigo per 2 ore oppure in congelatore, prima di servire spolverizzare con il caco oppure decorare con la panna.

Auguri di buon anno

Erasmus-Paderborn

Ormai manca poco per iniziare un nuovo anno.

Il 2018, come altri anni, è stato ricco di esperienze ed emozioni, sia positive sia negative.

Sicuramente due scelte di cui sono soddisfatto sono l’essere andato in Germania e aver aperto questo blog. Per l’anno nuovo, quindi, spero di continuare a vivere la mobilità Erasmus in modo positivo, continuare a scrivere (anche in modo diverso e più ambizioso), di avere una buona salute, di godermi più il presente ed essere più positivo.

A te che stai leggendo auguro di:

-Avere una buona salute (credo che questo sia importante per tutti);

-poter contare sulla tua famiglia e buoni amici (io preferisco sempre averne pochi, ma buoni);

-viaggiare (perché la vita è troppo breve ed è sempre bello ampliare i propri orizzonti);

-trovare la persona giusta o poter godere di un buon rapporto con qualcuno, perché sono dell’idea che un partner debba completarci e…

View original post 59 altre parole

CANESTRELLE

Le canestrelle sono un tipico dolce natalizio del sud con la loro sfoglia sottilissima, friabile e croccante vi esalteranno il palato. Il segreto? Lavorare con cura l’impasto, che deve risultare compatto e per nulla appiccicoso, per poi essere tirato a sfoglie sottilissime con la macchinetta per la pasta. Preparare le canestrelle richiede una certa manualità, per questo il tempo può variare. Una volta preparate, si conservano in un luogo asciutto, coperte con un foglio di carta da forno.

INGREDIENTI

  • 1 Bicchiere di olio di semi
  • 1 Bicchiere di vino bianco
  • 1 Bicchiere di latte
  • 6/7 Uova
  • Farina quanto se ne assorbe l’impasto per risultare omogeneo
  • 1 Pizzico di sale
  • 2 Cucchiai rasi di zucchero

PER GUARNIRE

  • Miele q.b
  • Noci tritate
  • Nutella

PREPARAZIONE

Per l’impasto

  • In una planetaria o con un frullatore, sbattere le uova insieme allo zucchero, al pizzico di sale, l’olio, il vino e il latte fino ad amalgamare bene il tutto. Adesso cominciare ad aggiungere la farina poco per volta ed impastare il tutto fino ad ottenere un impasto ben amalgamato e molto compatto: non dovrà risultare molliccio e appiccicoso, ma al contrario asciutto e sodo per lavorarlo facilmente nella macchinetta. Fate riposare l’impasto per circa 30 minuti coperto con un canovaccio o avvolto in pellicola trasparente.

Per realizzare le canestrelle

  • Ricavate dall’impasto dei piccoli pezzi e passateli nella macchinetta per fare la pasta, posizionando i rulli sulla tacca numero 3: ripetete l’operazione sino a quando la pasta non risulterà liscia e chiara.
  • Passate la pasta nella macchinetta posizionando i rulli sulla tacca numero 4 ripetendo l’operazione per altre 2 volte e ottenendo così una sfoglia sottile.
  • Adesso con una rondella dentellata ricavate dei rettangoli lunghi circa 25 cm e larghi 2 cm. piegate leggermente ogni rettangolo su se stesso e pizzicatelo ogni 2 cm circa per unire i lembi; arrotolatelo a spirale, pizzicando le coroncine tra di loro per tenerle unite.
  • E’ importante pizzicare bene la pasta per sigillarla, altrimenti durante la cottura le canestrelle si aprono: per rendere l’operazione efficace bagnatevi con dell’acqua la punta delle dita. Sistemate le canestrelle preparate su un vassoio rivestito con carta da forno pere non farle attaccare.
  • Per friggerle, portate a giusta temperatura abbondante olio per frittura; immergete alcune canestrelle e fate cuocere avendo cura di girarle, per permettere una doratura omogenea. una volta pronte tiratele fuori dall’olio e adagiatele su carta assorbente capovolgendole per eliminare l’olio in eccesso contenuto nelle coroncine delle canestrelle.
  • Fate scaldare abbondante miele e con un cucchiaio versarlo a filo sulle canestrelle impregnandole per bene. Adagiarle su un piatto da portata e decorare con granella di nocciole o gherigli di noci o codette colorate. Nel nostro caso l’abbiamo decorate con la nutella.