ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

Oggi per la festa di S. Giuseppe ed è anche la festa del papà non può mancare un dolce tipico della Campania, perfetto per questa occasione sono le zeppole di San Giuseppe. Deliziose, morbide e leggere ed esistono due varianti: fritte e al forno , la versione che vi proponiamo e quella al forno.


INGREDIENTI PER 10 ZEPPOLE:

  • 250 ml di acqua fredda
  • 90 g di burro
  • 4 uova
  • 150 g di farina
  • 1 pizzico di sale

per farcire le zeppole usiamo la crema pasticciera per la ricetta scritta in precedenza con l’aggiunta di panna montata .

PER DECORARE:

  • amarene sciroppate
  • zucchero a velo

PREPARAZIONE

  1. In una pentola mettete l’acqua e il burro e un pizzico di sale, portare su fiamma media. Setacciate la farina e quando il burro si sarà sciolto, togliere dalla fiamma e versate la farina dentro di un sol colpo. Quando la farina sarà ben amalgamata, mettere nuovamente sulla fiamma e con la frusta mescolate per 10 minuti fino a raggiungere un composto compatto che si stacchi facilmente dal bordo della pentola.
  2. Lasciate raffreddare l’impasto senza coprirlo, ma giratelo di tanto in tanto altrimenti può seccare oppure mettere l’impasto per 10 minuti in freezer. Quando il composto sarà freddo, iniziate ad incorporare le uova, mescolando con lo sbattitore elettrico, inserendole uno per volta, non inserite altri se il precedente non è completamente assorbito.
  3. Imburrate la teglia del forno e ponete  sopra la carta da forno. A questo punto iniziate a riempire la sac a poche che dovrà avere una punta a stella larga, iniziate a formare le zeppole facendo 2 giri di pasta choux. Infornate a 160 gradi forno ventilato per 30-40 minuti (il tempo dipende dal tipo di forno, controllate sempre la cottura).
  4. Trascorso il tempo di cottura, spegnete il forno e lasciate le zeppole a raffreddare dentro con lo sportello semiaperto. Una volta fredde, potete iniziare a farcire con crema pasticcera, farcite da sopra, facendo un buchetto , fate un ricciolo di crema anche sopra e guarnite con l’amarena e spolverizzatele di zucchero a velo infine riponetele in frigo per un ora prima di servire.

Piatti della Germania che ho provato fino ad ora

Oggi abbiamo deciso di farvi vedere e conoscere alcuni dei cibi più consumati in Germania attraverso questo articolo che ha pubblicato un nostro stimatissimo amico che si trova lì in Erasmus, vi invitiamo a visitare il suo sito dove vi racconta le sue esperienze e la cultura di varie città della Germania. Grazie mille.

TORTA DIVINA AL LIMONE

La torta divina al limone è un dolce buonissimo, facile e veloce da preparare. Questo dolce non ha bisogno di cottura e vi stupirà per la sua freschezza e il suo sapore delicato.

INGREDIENTI

  • 500 ml di Panna per dolci da montare
  • 250 g di Mascarpone (o ricotta)
  • 2 Dischi di Pan di Spagna (già pronto o fatto in casa)
  • Succo e scorza grattugiata di 1 Limone
  • 1 Cucchiaio di limoncello

PROCEDIMENTO

  1. Come prima cosa montate la panna fresca di frigo, utilizzando le fruste elettriche. In un altra scodella mettete il mascarpone, il succo e la scorza grattugiata del limone, il limoncello e lavorate il tutto con le fruste. Unite delicatamente i due composti mescolando con movimenti dall’alto verso il basso facendo attenzione a non smontare la panna.
  2. Rivestite l’interno di una tortiera con della pellicola trasparente. Prendete due dischi di pan di Spagna (già pronto o fatto precedentemente e tagliato in due) e ritagliateli dello stesso diametro della tortiera .
  3. Posizionate un disco all’interno della tortiera, mettete poi tutta la crema al limone e coprite con il secondo disco di Pan di Spagna.
  4. Coprite con della pellicola e ponete la torta in frigo a riposare per almeno 4 ore prima di consumarla. Trascorso il tempo, sformate il dolce su di un piatto da portata ed e pronto da gustare.

Accorgimenti e varianti

La torta divina al limone si conserva in frigo dove si mantiene per 3 giorni, se preferite potete anche congelarla e gustarla come se fosse un semifreddo ottimo in estate.

CHIACCHIERE

Oggi è Carnevale vi proponiamo un classico dolce per questa 
festività la nostra versione delle Chiacchiere .
Esse devono essere sottili, croccanti e friabili.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 250 g farina Manitoba
  • 25 g di burro
  • 20 g di zucchero
  • 16 g di rum
  • 2 uova
  • scorza di 1 limone grattugiata

PER FRIGGERE:

  • 1 l di olio di semi o di arachidi

DECORARE:

  • zucchero a velo

PROCEDIMENTO

  1. Versare tutti gli ingredienti nella planetaria e mescolare velocemente fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo. Avvolgere l’impasto ottenuto nella pellicola alimentare e fare riposare in frigo per un’ora.
  2. Passato il tempo di riposo dividere l’impasto in 4 parti e stenderli sottili con la macchina per stendere la pasta cominciare dalla tacca più larga e restringendo gradualmente, fino ad ottenere rettangoli di 2 mm al massimo di spessore.
  3. Con la rotella dentellata tagliare la pasta in rettangoli, poi praticare 1-2 tagli internamente paralleli al lato più lungo, sempre usando la rotella.
  4. Scaldare l’olio e portalo a 180° C: friggere le chiacchiere, poche alla volta, non troppe altrimenti la temperatura dell’olio diminuirà, cuocere per pochi secondi un lato poi girare e cuocere l’altro lato per pochi secondi; scolarle su carta assorbente, infine spolverizzale di zucchero a velo e servire.

ACCORGIMENTI:

Al posto del rum si può utilizzare la stessa quantità di marsala, grappa, anice o limoncello, la parte alcolica all’impasto conferisce aroma e colore ma anche serve per far lievitare velocemente la pasta durante la cottura. Non coprire mai le chiacchiere appena fritte.